Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Otto e Mezzo, crisi di nervi di Marco Travaglio contro Salvini e Meloni: "Virologi da tastiera, il nemico è il virus". Che autogol...

  • a
  • a
  • a

Ormai Marco Travaglio fa quasi tenerezza, nel suo ossessivo tentativo di difendere sempre e comunque Giuseppe Conte, un premier sotto attacco anche da parte del suo stesso governo. E il direttore del Fatto Quotidiano ovviamente non cambia il ritornello nel corso della puntata di Otto e Mezzo in onda su La7 martedì 27 ottobre. Il direttore fedelissimo di Conte, va da sé, punta il dito contro le opposizioni, contro Giorgia Meloni e Matteo Salvini, ma a questo punto anche contro Matteo Renzi, ampi settori del Pd e via dicendo. La loro colpa? Eccepire, criticare, consigliare, suggerire modifiche all'ultimo dpcm. Ma per Travaglio trattasi di lesa maestà. E così, ricorre al dileggio, all'insulto: "Chi è all'opposizione non può continuare a fare il virologo da divano o da tastiera. Il coronavirus è il nemico, non il governo", conclude con enfasi. Tutti d'accordo: il nemico è il virus, ma sparare ad alzo zero contro chi suggerisce soluzioni alternative al governo assomiglia molto a un comportamento da "nemico del virus".

 

 

Dai blog