Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Macron e Merkel, tutto pronto: il piano (senza precedenti) per bloccare gli immigrati in Italia

Riscrivere le regole di Schenghen, senza perdere tempo. Francia e Germania battezzano il nuovo corso "europeista" nell'unico modo conosciuto a Bruxelles e Strasburgo: lasciare sola l'Italia sulla questione immigrazione e, se possibile, fregarla. Emmanuel Macron e Angela Merkel, avverte La Stampa, non intendono perdere tempo anche perché entro ottobre scadrà la terza e ultima deroga concessa dal 2016 per i "controlli temporanei in circostanze eccezionali". L'obiettivo, condiviso praticamente da tutti gli altri Stati lontani dalla zona rossa del Mediterraneo (sostanzialmente, Italia e Grecia), è quello di creare un sistema elastico che consenta ai singoli Stati di "blindare i propri confini" senza troppi vincoli. "Serve cooperazione con i Paesi vicini che oggi, è bene dirlo, sono inadempienti", ha attaccato Macron, chiamando in causa direttamente Viminale e Palazzo Chigi. "Circa la metà delle persone che chiedono asilo in Francia ha già visto respingere la propria domanda in un Paese europeo vicino. Ciò è frutto di una disfunzione che abbiamo in Europa e a cui bisogna porre rimedio". Come? Bloccando, se necessario militarizzandoli, Ventimiglia, Brennero e Fréjus e lasciando così l'Italia a gestirsi da sola, sul proprio terreno, la patata mai così bollente di decine di migliaia di migranti. 

Dai blog