Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ferrari, scontro tra Vettel e Binotto: "Fate casino", "Saresti comunque arrivato dodicesimo". Volano stracci a Maranello

  • a
  • a
  • a

Un'altra gara tragicomica per Sebastian Vettel, che con la sua Ferrari nel bis a Silverstone è andato in testacoda pochi secondi dopo il via. E si è trovato ultimo. Gara compromessa, un'altra volta. Eppure, durante la gara il tedesco se la prendeva con il muretto, che "ha fatto tutto quello che doveva evitare". E ancora, accusava in team-radio: "Avete fatto casino". Secondo lui in buona sostanza è stata errata la strategia del primo pit-stop, dopo il quale è stato rimandato in pista in mezzo al traffico. "Una mossa senza senso, ero abbastanza veloce per restare fuori", ha picchiato durissimo.

Parole un poco fuori luogo, soprattutto alla luce del disastro in partenza. Parole che non sono piaciute affatto a Mattia Binotto, che infatti ha replicato in modo duro: "La sua gara è stata compromessa con il testacoda alla partenza, è arrivato dodicesimo e sarebbe arrivato comunque dodicesimo". Una vera e propria bordata. Dunque, sui presunti favoritismo a Charles Leclerc: "Non lo abbiamo affatto penalizzato per lasciar passare Charles, nella posizione in cui si trovava non sarebbe cambiato nulla se avessimo anticipato o ritardato la sosta di qualche giorno. Dovevamo massimizzare i punti della squadra e così abbiamo fatto", ha concluso.

 

Insomma, tra Binotto e Vettel altissima tensione. Altro strappo. Rottura che pare insanabile. E forse non poteva essere altrimenti, con il tedesco conscio dalla prima gara che questa sarà la sua ultima stagione a Maranello. Il caos. Più totale. Tanto che in questo contesto continuano a fiorire voci sulla possibilità che Vettel lasci la scuderia subito, magari già nei prossimi giorni. Perché così, in effetti, sembra davvero impossibile continuare.

Dai blog