Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Elena Donazzan "uccisa dai social". Imboscata Parenzo, le fa cantare Faccetta nera: la meloniana rovinata

  • a
  • a
  • a

La meloniana Elena Donazzan canta Faccetta nera, uno dei motivetti più famosi dell'epoca fascista, e i social la cancellano seduta stante, come fosse una novella Donald Trump. Diventa un caso politico la mannaia di Facebook, Twitter e Instagram sulla esponente di Fratelli d'Italia, assessore all'Istruzione della Regione Veneto. Causa della censura l'ospitata alla trasmissione radiofonica La Zanzara andata condotta su Radio24 da Giuseppe Cruciani e David Parenzo. Ed è stato proprio quest'ultimo a istigare la Donazzan a cantare la canzone, chiedendole quale preferisse tra quella e Bella Ciao. Una imboscata pagata a caro prezzo dalla Donazzan, da cui il governatore Luca Zaia ha preteso le scuse. "Uccisa da Fb and Co. Si chiama pulizia etnica del pensiero", è stato il commento dell'assessore.

 

 

Dai blog