Cerca

Protestava contro la Casta Sfrattato dai vigili

L'uomo era da 316 giorni accampato a Montecitorio per denunciare i costi della politica: "Anche senza gazebo starò qui"

Protestava contro la Casta  Sfrattato dai vigili

Protestava da 316 giorni davanti a Montecitorio contro i costi della politica. Di giorno e di notte, sotto il sole e sotto la neve. Ma stamattina è stato 'sfrattato'. A Gaetano Ferrieri, questa mattina, i vigili urbani del comune di Roma hanno notificato la revoca dell’ordinanza, firmata dal sindaco Gianni Alemanno, che gli aveva permesso nel giugno scorso di montare un gazebo davanti alla Camera dei deputati per 'fini umanitari', quando l’autore della protesta aveva presentato certificati medici per ustioni da esposizione al sole.

La replica - Risultato: il nucleo Decoro urbano, supportato da alcuni agenti e dirigenti della Polizia e della Digos, ha smontato la piccola costruzione ormai entrata nel panorama della piazza. In pochi minuti tutto il materiale è stato caricato su un camioncino e la piazza è stata subito ripulta: "C'è stata, nei confronti del presidio, enorme   pazienza e grande comprensione per le ragioni della protesta - spiega   un dirigente della Digos che ha seguito lo sgombero-, ma ormai ogni giorno dobbiamo respingere i manifestanti che vengono qui e vogliono   montare una tenda per protesta. I turisti che, ogni giorno, passano da qui non riuscivano a capire il perchè ci fosse una tenda del genere sempre montata in piazza". Ferrieri, classe '57, l’uomo che ha 'abitato' in piazza Montecitorio per oltre 300 giorni lanciando anche uno sciopero della fame, però non molla: "Ho accettato la revoca dell’autorizzazione per il gazebo, non sono un rivoluzionario, seguo le norme civili -dice-. Ma io resto qui, non mi muovo. Sono del nord, sono abituato, ero qui   anche sotto la neve".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • maurizio sarlo

    15 Aprile 2012 - 14:02

    Il 25 Aprile 2012 dalla Città ideale per gli Innamorati e del cammino e il Primo Maggio dai più importanti Comuni del Mondo (grazie a Scuole e Associazione che fanno rete con noi) si compirà un "Passo Avanti per un Mondo Migliore". Entro il 2015 le buone sorprese non mancheranno. All'incontro con la stampa del 23 aprile in Comune di Venezia e il 7 Maggio al Meeting Studentesco della www.reteprogettopace.it spiegheremo ogni fase. Garantito :)

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    15 Aprile 2012 - 14:02

    della Casta, sono tutti Santi subito! Non andiamo più a votare, lasciamoli andare in cacca da soli: sono a un passo!

    Report

    Rispondi

  • soria

    15 Aprile 2012 - 09:09

    se fosse stato un notav qualsiasi sarebbe stato tollerato

    Report

    Rispondi

  • gielle1

    15 Aprile 2012 - 09:09

    Purtroppo di storie come questa ce ne sono e ce ne saranno sempre,vedere un povero cristo consumarsi al sole ,al vento e sotto la pioggia senza che nessuno lo aiuti e lo sostenga,sperando che da solo possa toglierci le castagne dal fuoco e risolvere i nostri problemi.Queste sono le classiche situazioni di cui ci dovremmo vergognare,ma in Italia ormai non c'è nulla di cui potersi piu' vergognare, visto lo schifo generale in cui siamo finiti. Tanti auguri a tutti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog